Diversamente da ciò che si potrebbe pensare, la gelosia non appartiene solo al mondo degli umani: è un’emozione che molto spesso riguarda anche i nostri adorati amici cani. Le cause che possono scatenare la gelosia di Fido nei tuoi confronti sono molteplici e diverse, ma il suo modo di dimostrare questo stato d'animo è abbastanza chiaro e inequivocabile, ed è davvero difficile non rendersene conto. Ma attenzione: la gelosia del cane non è un capriccio, risponde alla sua esigenza innata di preservare i ruoli e di conservare una relazione per lui molto importante.

Le cause della gelosia del cane

Quando in casa arriva un nuovo membro della famiglia cui improvvisamente vengono dedicate innumerevoli attenzioni, ecco che il cane può dare segni di gelosia. Che il nuovo arrivato sia un neonato, un nuovo cucciolo (di cane o di gatto) o - più in generale - un altro animale di cui ti prendi cura, il cambiamento potrebbe essere fonte di stress e nervosismo per il cane, che quindi reagisce dando sfogo alla propria gelosia. Più in generale, comunque, il cane può dimostrare questo sentimento quando interagisci con quello che lui considera un potenziale rivale: potrebbe essere il cane di un conoscente, un amico che viene a farti visita o anche solo un oggetto che utilizzi molto spesso, distogliendo da lui l’attenzione.

Gli atteggiamenti del cane che indicano gelosia

Quando un cane vuole allontanare da te un rivale, mette in atto una serie di comportamenti volti a richiamare la tua attenzione. Ma quali sono gli atteggiamenti cui devi prestare attenzione per capire se il tuo cane è geloso? In circostanze che giustifichino tale reazione da parte del tuo amico a quattro zampe (ovvero la presenza di un rivale), il cane appare agitato, muove la coda in modo nervoso, si struscia sulle tue gambe o ti dà delle spinte, si interpone tra te e il rivale, abbaia, ringhia contro il rivale e può anche dare segno di volerlo attaccare. In certi casi - specialmente se il cane convive con il suo rivale - possono subentrare anche apatia, inappetenza, svogliatezza e depressione.

Come gestire la gelosia

Rivedere le dinamiche domestiche

Una volta che i sintomi sono stati ricondotti al malessere, quello che puoi fare per aiutare il tuo cane a ritrovare la serenità è rivedere le dinamiche domestiche in modo tale che lui possa tornare ad avere le attenzioni che aveva prima che intervenisse il cambiamento.

É vero che un bimbo o un cucciolo appena arrivati richiedono mille attenzioni, ma sicuramente non sarà difficile ridistribuire equamente la dose di coccole e premure in modo che Fido non si senta derubato di ciò che era suo.

Dedicare tempo a gioco e passeggiate

Altrettanto importante è mantenere - se non intensificare - la sua routine relativamente al tempo di gioco e alle passeggiate, cercando il più possibile di aumentare l’interazione fisica e verbale con lui.

Socializzazione

È poi importante renderlo partecipe in attività che riguardano il rivale, trasformandole in gioco, così che non si senta escluso e si senta anzi invogliato a prendervi parte. Educare il cane fin da cucciolo a socializzare con altri cani e con le persone, insegnandogli anche a condividere i suoi giochi e le sue cose, può essere sicuramente un aiuto al fine di evitare per quanto possibile che successivamente metta in atto comportamenti dettati dalla gelosia.

In tutti i casi, tieni sempre presente che un veterinario di fiducia saprà consigliarti e darti i suggerimenti migliori per gestire nel modo corretto un cane geloso.