Quando arriva un bimbo in famiglia, è sempre una grande rivoluzione.

Ma se oltre ad aspettare un figlio decidi di accogliere anche un gatto, la rivoluzione raddoppia! C’è tanto da preparare e da imparare, ma niente paura: anche le soddisfazioni che ti aspettano sono doppiamente grandi. Basta seguire alcune semplici regole di buonsenso per ottenere una convivenza serena e per dar vita a una grande famiglia felice.

Salute e sicurezza

- Assicurati che il gatto che stai adottando arrivi in famiglia già sverminato e vaccinato. È importante sia per il micio che per salvaguardare la casa da malattie in un momento così delicato come l’arrivo di un bambino. Dopo aver assicurato la salute di tutti, organizza gli spazi di casa.

Il nuovo amico a quattro zampe ha bisogno di spazi tutti per sé

dove non siano possibili intrusioni a lui sgradite. Il felino infatti è più sereno se sa di avere un posto tutto suo dove nascondersi al mondo. Inoltre, la lettiera, il cibo e l’acqua dovrebbero essere facilmente accessibili a lui ma non al bimbo che in men che non si dica inizierà a gattonare e a curiosare ovunque.

Un’ultima raccomandazione è da dedicare ai giochi:

risultano attraenti sia per il bimbo che per il gattino quindi è importante evitare di confonderli e chiarire sempre le rispettive proprietà. In questo modo si eviterà di suscitare gelosie nel felino e si preserverà l’igiene del piccolo umano. Tieni, inoltre, la camera del bimbo sempre libera dal pelo e per renderti il compito più semplice puoi tranquillamente scegliere di chiuderla. In tal caso, permetti al micio, di tanto in tanto, di entrare: lui odia non avere il controllo totale del territorio!

Un rapporto proficuo per tutti

- Il bambino cresce velocemente; ben presto diventa consapevole del gatto e interagisce con lui. Sarà allora che la presenza del felino diventerà una ricchezza inestimabile: il rapporto fra un amico a quattro zampe e un bambino si rivela infatti subito formativo stimolando la crescita psicologica e affettiva, insegnando i valori del rispetto, della responsabilità e dell’impegno. 

L’importante è osservare per i primi mesi le interazioni poiché il micio per giocare potrebbe usare le unghie. Abitua tuo figlio a un comportamento delicato e affettuoso e tutto il resto verrà da sé!