Una piccola vacanza di famiglia, in campagna o in città, e il tuo amico a quattro zampe viene con te? Ecco come fare per farlo viaggiare in completa sicurezza.

È tempo di vacanze, di gite all’aria aperta, di ponti da sfruttare per andare al mare: che cosa succederà al tuo amico peloso? Puoi scegliere di portarlo con te o di lasciarlo a casa; ma prima tieni presente alcuni consigli su quello che potrebbe piacere e non piacere al pet per rendere confortevoli le vacanze anche per lui.

In viaggio o a casa? La scelta migliore

Il tuo amico a quattro zampe può seguirti in viaggio ma non sempre per lui è la scelta migliore.

Se per esempio la vacanza è itinerante e il tempo da trascorrere sui mezzi è preponderante, se il pet ha un carattere pauroso e non ama i cambiamenti, se soffre di mal d’auto, se è molto piccolo o molto anziano, in tutti questi casi è meglio lasciarlo in una pensione o alle cure di qualcuno che possa recarsi a casa: avrà ogni giorno acqua fresca, il pasto e un po’ di coccole anche senza di te.

Questa soluzione è ottimale soprattutto se la vacanza è breve, valuta dunque queste due opzioni.

La scelta della destinazione

Mare, monti, estero, città: ovunque tu decida di andare ci sono almeno due variabili da tenere in considerazione. La prima è la preparazione al viaggio: se la meta è un Paese straniero, ricorda che il cane deve avere il passaporto europeo e le vaccinazioni in regola.

In ogni caso, porta sempre con te i suoi documenti e tutto il necessario per farlo stare bene. La seconda variabile è il clima che troverai: se è molto diverso da casa, perché magari scegli l'alta montagna o il mare in agosto, attrezzati per aiutare il tuo pet ad affrontare il cambiamento.

Viaggiare in sicurezza

È giunto il giorno della partenza. Se hai un gatto, l’unico modo per farlo viaggiare è sistemarlo in un trasportino. Scegline uno confortevole per lui: se il micio è pauroso, considera trasportini con visuale sull’esterno ridotta, così si sentirà più al sicuro. Poi inserisci una copertina, un giochino o una tua maglietta che ama e che magari conservi il tuo odore.

Tutto questo però potrebbe non bastare: il gatto infatti può anche soffrire il mal d’auto: rivolgiti allora al tuo veterinario per dei rimedi contro la nausea e il malessere.

Sull'argomento leggi il nostro approfondimento su come gestire gli spostamenti e i viaggi con un gatto.

Se il tuo amico peloso è invece un cane è meglio non improvvisare: preparalo con piccoli viaggetti in auto per verificare se soffre e come reagisce. Non dargli da mangiare almeno per 8 ore prima della partenza per evitare che soffra di stomaco, ricorda inoltre che devi mettergli la cintura oppure devi dotarti di divisori appositi in caso debba accomodarsi nel portabagagli. Non scordarti infine la medaglietta con il tuo numero di cellulare e l'indirizzo.

All’arrivo

Innanzi tutto, avrai preventivamente scelto per il tuo soggiorno una struttura che ammette animali domestici. Quando raggiungerai la meta, vai in avanscoperta per verificare che non ci siano animali liberi, e tranquillizza il tuo amico a quattrozampe quando sarete giunti in camera o nell'appartamento scelto. È questo il momento per tirare fuori dai bagagli la sua coperta preferita e qualche giochino o qualche oggetto che lui ama particolarmente e che avrai ricordato di mettere in valigia. Se hai un gatto, attenzione a non lasciarlo uscire da solo poiché potrebbe smarrire la strada.