Prima di adottare un cane, è bene valutare attentamente le taglie. Il cane piccolo, quello medio e quello grande, infatti, hanno esigenze diverse, vantaggi e svantaggi a seconda dell’ambiente in cui devono inserirsi. È quindi saggio conoscerli bene per fare la scelta giusta. Ma attenzione alle facili conclusioni e ai luoghi comuni: non tutto dipende dal fattore taglia e che alcune dicerie sono pregiudizi.

 

CANE PICCOLO IN CASA PICCOLA? NON SEMPRE!

Si dice, prima di tutto, che il cane piccolo sia più adatto a vivere in appartamento. Tuttavia, non è così scontato quanto potrebbe apparire a prima vista: di sicuro la taglia piccola consente all’animale di avere bisogno di spazi ridotti, e ai padroni di non vedersi sottratto lo spazio nelle case, che sono sempre più piccole. Ma c’è un fattore ancora più importante che deve essere valutato: il cane di piccola taglia è dotato di una inesauribile energia e usa le corde vocali molto più volentieri del grande. L’appartamento potrebbe stargli davvero stretto!

SFATIAMO I MITI E CONOSCIAMO LE RAZZE

Il Jack Russel Terrier, per esempio, è un cane di piccola taglia dal carattere esplosivo e incontenibile: molto attivo, sveglio, voglioso di correre e muoversi continuamente. Il Bassotto tedesco, poi, conserva sempre il suo carattere tenace e adatto alla caccia, e non può facilmente adattarsi alla vita da condominio. Il Boxer, di media taglia, è invece pigro e si riposa molto. Difficilmente scalpiterà tutto il giorno e, soprattutto dopo un po’ di attività fisica, ama sonnecchiare per i fatti suoi. Il Cocker, anch’esso di media taglia, è un ottimo animale da compagnia e da caccia ma sta bene anche in casa. È dunque più saggio studiare le caratteristiche della razza piuttosto che quelle della taglia senza però dimenticare che il cane grande ha bisogno di spazio. Infine, è non meno importante chiarire le proprie abitudini ed esigenze.

RISPETTARE LE ESIGENZE PERSONALI

Se, per esempio, intendi portare il tuo cane con te un po’ ovunque, è più indicato scegliere un animale di piccola taglia: solitamente viene lasciato entrare senza limitazioni nei negozi, negli alberghi e nei ristoranti. Inoltre, per muoversi in tram o in metropolitana sempre in sua compagnia, la piccola taglia è senz’altro di più facile gestione. Se invece possiedi un giardino, hai maggiore libertà di scelta in quanto sia il cane piccolo che quello grande amano vivere all’aperto. Il cane di grande taglia ha bisogno di diversi metri quadri di spazio per potersi girare, muovere, mangiare e dormire: con un giardino non soffrirà la mancanza di spazio. E quello di piccola taglia amerà scorrazzare più non posso fino a perdere il fiato.