Gattini da adottare: sei sicuro di volerne adottare uno? Quali necessità hanno? Quante volte fanno pipì e quale pappa somministrargli? Scopri le esigenze dei gattini da adottare insieme a noi!

I piccoli di gatto sono davvero molto teneri: dotati di grandi occhi dolci che catturano l’attenzione, solitamente sono anche molto giocherelloni, paffutelli e buffi. Quando si incontra il loro sguardo si prova subito il desiderio di iniziare una vita insieme, fatta di coccole e risate. Tuttavia, adottare un gattino non significa solo questo: significa anche avere un grande senso di responsabilità, informarsi sulle abitudini e sulle necessita dei felini, conoscerne i punti deboli, evitarne le malattie e sapere come alimentarli.

I piccoli di gatto possono essere adottati subito dopo lo svezzamento che normalmente dura dai 60 ai 90 giorni, ma non basta essere disposti ad amarli, ci vuole ben altro: ai gattini vanno insegnate praticamente tutte le regole della convivenza. Bisogna essere armati di pazienza e dedizione per capire in che modo procedere per abituarli all’uso della lettiera e a non distruggere casa nell’impeto dell’energia della giovinezza. Inizialmente ogni gattino tenderà ad affilarsi le unghie ovunque, a correre a perdifiato e a far cadere oggetti da tutti i mobili che gli sono a tiro; e più passano i giorni, maggiori saranno le sue capacità atletiche!

Soprammobili che si rompono e un po’ di caos in casa, quindi, sono eventi da mettere in conto che ti terranno di sicuro piuttosto impegnato per qualche settimana. Inoltre dovrai avere la costanza di portare il gattino a fare tutte le vaccinazioni e i controlli necessari nonché di tenere d’occhio la salute del suo apparato urinario. La pipì, per esempio, deve essere prodotta in quantità maggiore a 1 millilitro per ogni chilogrammo di peso per ora… ma se risulta difficile calcolarla, basta tenere conto che un gatto sano si reca nella lettiera almeno due o tre volte al giorno. 

Un aspetto importante della vita del piccolo appena adottato è la sua alimentazione. I mici appena nati si nutrono di latte materno ma verso i due mesi di vita iniziano la loro grande avventura nel mondo e hanno bisogno di un pasto completo, particolarmente nutriente, digeribile e in grado di soddisfare il fabbisogno di nutrienti così elevato durante la crescita.

Per tutte queste esigenze esistono le linee di petfood appositamente studiate per i piccoli di gatto e vanno sempre preferite agli alimenti per adulti. Infatti il piccolo non ha bisogno di maggiori quantità di cibo, come spesso si pensa, ma di un cibo più completo e più ricco di proteine per sostenere la repentina crescita del primo anno di vita. Il pasto può essere sia secco che umido e va sempre accompagnato da una ciotola di acqua fresca e pulita.