Salvare i levrieri Galgo dai canili spagnoli, che sono quasi dei lager, è l'impegno quotidiano di Gaia e della sua associazione “Progetto Galgo Onlus”.

E proprio tra questi meravigliosi cani Gaia ha trovato Occhi Belli e ha deciso di adottarlo.

Gaia e il primo incontro con Occhi Belli al canile spagnolo

Il loro primo incontro è stato un gioco di sguardi e da allora il loro rapporto è cresciuto ed è diventato forte come quello tra due sorelle, forse anche di più.

Il primo ricordo che Gaia ha di Occhi Belli nel canile spagnolo sono proprio i suoi occhioni giganti, che sono anche il motivo per il quale ha scelto di chiamarla così.

Gaia e Occhi Belli, felici insieme

La cosa più buffa che fa il levriero Galgo è tenere il muso lunghissimo sotto il tavolo mentre mangiano con gli occhi che fissano i commensali aspettando qualcosa.

Da quando ha Occhi Belli, Gaia si sente per lei un po’ mamma, un po’ sorella e anche un po’ fidanzata e pensa che il cane sia il miglior amico dell’uomo proprio perché riesce ad essere tutte queste cose insieme e a farti sempre compagnia… E se non è amore questo!

Il Levriero Galgo, razza adatta alla caccia

Il Galgo spagnolo è una razza antichissima utilizzata per la caccia.

Di carattere serio e riservato con gli estranei, socievole e affettuoso con il proprietario, durante la caccia dà prova di grande energia e vivacità.

Le condizioni di vita dei Galgo spagnoli

Nelle campagne iberiche e nelle zone rurali, i Galgo spagnoli spesso vivono in stalle sovraffollate e in pessime condizioni e la durata della loro vita non coincide con quella biologica ma con la durata della loro vita “professionale”.

La cosa che colpisce di questi levrieri è che ognuno di loro è stato voluto, usato e infine scartato, anche se sanissimo, solo perché considerato non più adeguato da chi l’ha fatto nascere o l’ha allevato.

La carriera professionale dei levrieri

Campioni nella caccia alla lepre e nella corsa in cinodromi vengono sfruttati per lucro o per divertimento.

La loro carriera professionale si conclude attorno ai 2-3 anni di vita quando, non più all’altezza delle aspettative, vengono eliminati nei modi più svariati.