Che lecchino le mani, i piedi o la faccia dei padroni, quando i cani hanno questo tipo di comportamento stanno comunicando qualcosa. Dalle manifestazioni di gioia, all'affetto allo stress, ecco alcune ragioni per cui i cani leccano i padroni.

Probabilmente per la maggior parte dei proprietari di cani è normale rientrare a casa ed essere accolti dal proprio amico quattrozampe festante che manifesta tutta la sua gioia a suon di colpi di coda e leccate. Allo stesso modo, chi condivide la propria esistenza con un cane sa benissimo che è difficile poter allungare i piedi sul divano accanto a lui senza ritrovarseli poi umidicci di saliva. Ma perché i cani leccano i proprietari e cosa vogliono comunicare con questo comportamento?

Come mai i cani leccano i propri padroni

Leccare il padrone è un modo per il cane di dimostrare il proprio amore: è il suo modo per stabilire un contatto fisico e per comunicare. Può essere che Fido lecchi il volto dei membri della famiglia mentre giocano insieme a lui, oppure che lecchi i piedi o le mani quando è rilassato accanto a loro. Alle volte per il cane leccare parti del corpo di chi ama è un modo per trovare rassicurazione in momenti di stress, oppure può essere il suo modo per prendersi cura di chi si prende cura di lui.
Il cane usa la lingua per esplorare e per comunicare: per questo motivo è normale per lui leccare gli esseri umani che sono i suoi punti di riferimento.

Tra i motivi per cui un cane lecca i suoi umani potrebbe esserci un'esigenza: il cane desidera giocare, oppure ha fame, quindi per cercare la collaborazione del proprietario lo lecca invitandolo ad agire. Inoltre, quando si viene leccati dal cane difficilmente si resta indifferenti: di solito questo gesto viene ricambiato con coccole e altre attenzioni, per cui di fatto solitamente il cane riceve un feedback positivo quando lecca il proprietario, e questo è per lui un incentivo a farlo. Non ultimo, l'azione di leccare produce di fatto un rilascio di endorfine, il che significa che il cane si sente bene mentre lo fa.

Attenzione però: se l’azione di leccare assume un carattere compulsivo potrebbe essere la manifestazione di un malessere, ed è quindi consigliabile rivolgersi al medico veterinario di fiducia per identificarne le cause.